condividi questa pagina
Condividi su Linkedin
Condividi su Google plus
Condividi su Twitter
Condividi su Facebook

Cancellazione Protesti

Di seguito riportiamo la tipologia delle domande di cancellazione protesti.

Si può presentare la domanda di cancellazione per avvenuto pagamento solo per CAMBIALI e TRATTE ACCETTATE pagate entro 12 mesi dalla data di levata del protesto.

Il modulo di domanda di cancellazione protesti (scaricabile nella sezione Documenti e link utili) va presentato a:

Ufficio Protesti della Camera di Commercio di Vicenza
Via Montale 27 - 36100 Vicenza

Alla domanda è necessario:

  • applicare una marca da bollo da € 16,00
  • apporre la firma del protestato, allegando una fotocopia del documento di riconoscimento valido
  • in caso di delega, apporre la firma del delegante e del delegato, allegando le fotocopie del documento di riconoscimento valido di entrambi
  • allegare i titoli protestati originali quietanzati*.

*per titolo quietanzato s'intende, in alternativa:

A) se il debitore ha pagato ed è in possesso del titolo protestato, la quietanza consiste nel far scrivere, sul retro della cambiale o dell’atto di protesto allegato, la dicitura “pagato”, la data del pagamento e la firma del creditore, oppure nell’allegare al titolo originale la “dichiarazione sostitutiva d'atto notorio del creditore” che attesta la data dell’avvenuto pagamento.

La quietanza può essere firmata:

  • dallo stesso Ufficiale levatore (notaio)
  • dall’ultimo beneficiario che ha richiesto il protesto della cambiale in scadenza e che ha in mano il titolo protestato
  • dalla Banca che appone il timbro di pagamento e la data.

B) se il debitore non è sicuro di poter entrare in possesso del titolo protestato, anziché pagare direttamente il creditore, può istituire un deposito vincolato in Banca.

In questo caso si deve presentare in originale:

  • la dichiarazione di avvenuto protesto rilasciata dal Pubblico Ufficiale
  • la dichiarazione rilasciata dalla Banca di avvenuto deposito vincolato al portatore ai sensi dell’art. 9 del DPR 290/1975 (attuativo L. 349/1973)

Si può presentare la Domanda di cancellazione protesti per avvenuta riabilitazione solo per ASSEGNI, CAMBIALI e TRATTE ACCETTATE pagate oltre 12 mesi dalla data di levata del protesto.
La riabilitazione si può ottenere solo se nell’ultimo anno non ci sono stati altri protesti e se sono stati pagati tutti i titoli protestati.

Questa procedura si realizza in due fasi:

1) la domanda di Riabilitazione si compila su modulo scaricabile dal sito > www.tribunale.vicenza.it > Ruolo Generale > Ricorso per riabilitazione da protesto e si presenta al Presidente del TRIBUNALE ove si è residenti.

Per Vicenza si presenta al Tribunale di Vicenza
Contrà S. Corona 26, Ufficio Ruolo Generale (1° piano)

Il Tribunale richiede:

  • titoli in originale e documentazione attestante l’avvenuto pagamento
  • marca da bollo da € 27 e pagamento del contributo unificato di € 98
  • visura protesti aggiornata al giorno stesso o al giorno precedente la presentazione della domanda (non è obbligatoria, verificare se richiesta dal Tribunale).

2) dopo aver ottenuto il Decreto di riabilitazione dal Tribunale si presenta la Domanda di cancellazione protesti per avvenuta riabilitazione alla Camera di Commercio che li ha pubblicati.
Per Vicenza, compilare la domanda (scaricabile nella sezione Documenti e link utili) e si presenta a:

Ufficio Protesti della Camera di Commercio di Vicenza
Via Montale 27 - 36100 Vicenza
SOLO per protesti levati a Vicenza e provincia.

Alla domanda  è necessario:

  • applicare una marca da bollo da € 16
  • apporre la firma del riabilitato, allegando una fotocopia del documento di riconoscimento valido
  • in caso di delega, apporre la firma del delegante e del delegato, allegando le fotocopie del documento di riconoscimento valido di entrambi.

Si può presentare la domanda di cancellazione per illegittimità/erroneità della levata del protesto per ASSEGNI, CAMBIALI e TRATTE ACCETTATE.

La domanda di cancellazione può essere presentata anche dalle Banche e dagli Ufficiali levatori che hanno levato i protesti.
Il modulo di domanda di cancellazione protesti (scaricabile nella sezione Documenti e link utili) va presentato a:

Ufficio Protesti della Camera di Commercio di Vicenza
Via Montale 27 - 36100 Vicenza

Alla domanda è necessario:

  • applicare una marca da bollo da € 16,00
  • apporre la firma del richiedente, allegando una fotocopia del documento di riconoscimento valido
  • allegare una breve memoria indicando i motivi per i quali si ritiene la levata del protesto illegittima o erronea
  • allegare la documentazione ritenuta idonea a comprovare illegittimità o erroneità della levata del protesto
  • allegare, se in possesso, il titolo di cui si chiede la cancellazione.

La Camera di Commercio ha poteri di decisione limitati alle sole ipotesi di erroneità od illegittimità formale della levata del protesto e non entra nel merito di problematiche che sono all'origine del protesto (es. furti, truffe, controversie contrattuali), le quali andranno sollevate davanti al Tribunale (anche richiedendo allo stesso, in via preliminare e tramite un legale, il provvedimento d'urgenza ex art. 700 c.p.c. per la sospensione della pubblicazione dei protesti)

Se la domanda di cancellazione protesti per illegittimità o erroneità è rigettata, si può ricorrere al Giudice di Pace.

Come chiedere la sospensione
In caso di protesto di assegni e cambiali, ove l'interessato abbia fondati motivi per ritenere il protesto stesso non dovuto a propria colpa o incuria, può rivolgersi, tramite un legale, al Presidente del Tribunale presentando ricorso ex. art. 700 c.p.c. indicando nel ricorso stesso i motivi che giustificano la non pubblicazione del protesto nel Registro Informatico dei Protesti.

Il Giudice del Tribunale, nel caso ritenga fondata la richiesta, può ordinare alla Camera di Commercio la sospensione della pubblicazione del protesto (sia che il protesto sia già stato inserito o meno).

 

€ 8 per ogni titolo di cui si chiede la cancellazione

È possibile pagare:

  • in contanti
  • versamento sul c.c.p. n. 213363 intestato alla Camera di Commercio di Vicenza, causale: cancellazione protesti

Come posso cancellare il protesto su una cambiale?

Come posso cancellare un assegno protestato?

Per quanto tempo resta iscritto il protesto nelle banche dati?



Come posso cancellare il protesto su una cambiale?
Se la cambiale è stata pagata entro 12 mesi dalla data del protesto, si può cancellare dal Registro Informatico presentando domanda all’Ufficio protesti della Camera di Commercio di Vicenza, presso la sede di Via Montale, 27.
La domanda deve essere compilata su apposito modulo, con marca da bollo da € 16,00, corredato dalla cambiale in originale con il protesto e la quietanza unitamente al documento d’identità e CF e € 8,00 per diritti di segreteria.
Se la cambiale è stata pagata oltre i 12 mesi dalla levata del protesto si deve chiedere la cancellazione con le modalità proprie degli assegni (cancellazione per riabilitazione).

torna su

Come posso cancellare un assegno protestato?
I protesti su assegni si possono cancellare solo decorso un anno dalla data del protesto e previo ottenimento del decreto di riabilitazione.
Il decreto di riabilitazione si chiede al Tribunale ove si è residenti e si deve chiedere per i protesti in essere.
Ottenuto il decreto si può chiedere la cancellazione per avvenuta Riabilitazione alla Camera di Commercio che ha pubblicato il Protesto mediante apposito modulo con marca da bollo ordinaria e € 8,00 per diritti di segreteria per ogni titolo di cui si chiede la cancellazione (unitamente a documento d’identità e codice fiscale).

torna su

Per quanto tempo resta iscritto il protesto nelle banche dati?
I protesti restano iscritti nel Registro informatico per 5 anni dalla data di pubblicazione.

torna su

Modulistica

Domanda di cancellazione protesti (entro i 12 mesi)

Foglio aggiuntivo alla domanda di cancellazione entro i 12 mesi (da usare per più di 4 titoli cambiari)

Domanda di cancellazione protesti per avvenuta riabilitazione

Domanda di cancellazione protesti per illegittimità o erroneità

Contatti
Protesti
VICENZA, Via Montale 27
[piano 4 - ufficio 4.10]
apertura al pubblico
da lunedì a venerdì: 9-12.45
tel. 0444 994.219 - 994.858
fax: 0444 994.834