condividi questa pagina
Condividi su Linkedin
Condividi su Google plus
Condividi su Twitter
Condividi su Facebook

Come mantenere i requisiti professionali

Il Ruolo Agenti d'affari in mediazione è stato soppresso dal d.lg.s 59/2010 e  non ha più valore come requisito dal 1° gennaio 2020.

L'Agente d'affari in mediazione per esercitare l'attività deve, in alternativa:

a) essersi aggiornato nel REGISTRO IMPRESE (cioè iscritto come posizione REA-impresa, con la qualifica di mediatore o iscritto come Rea-persona fisica con la qualifica di mediatore, per il mantenimento del vecchio requisito ex Ruolo)
b) essere in possesso dei requisiti professionali (diploma di scuola secondaria superiore, superamento di corso regionale ed esame camerale abilitante).

 

CESSAZIONE ATTIVITA' E REGIME DEI REQUISITI

A) Mediatori con VALIDI requisiti professionali (diploma di scuola secondaria, superamento di corso ed esame abilitante fatto dal 2001 in avanti)  che cessano l'attività al Registro Imprese

Il requisito dell'esame non scade. Non serve alcun adempimento nè aprire la posizione REA-persona fisica per mantenere il requisito; nel caso intendano iniziare una nuova  attività di mediazione devono inviare la pratica telematica SCIA e dichiarare il possesso dei requisiti previsti dalla legge.

B) Mediatori ex Ruolo SENZA gli attuali  requisiti professionali (diploma di scuola secondaria, superamento di corso ed esame abilitante dal 2001 in avanti) iscritti al Registro Imprese che cessano l'attività

Gli agenti che vogliono conservare la possibilità di riattivarsi in futuro, entro 90 giorni dalla pratica di cessazione dell'attività di mediazione (n.b.: vale la data dichiarata di cessazione dell'attività non la data di cancellazione della posizione REA) devono inviare una nuova pratica al Registro Imprese (non è possibile fare tutto in un unico adempimento) per iscriversi nella sezione REA-persone fisiche del Registro Imprese al solo fine del mantenimento SENZA TERMINE del vecchio requisito abilitante dato dall'iscrizione al soppresso Ruolo. L'iscrizione comporta il pagamento del diritto annuale, mantiene il requisito dell'ex ruolo, ma non permette di svolgere l'attività, neppure in forma occasionale,  fino a che non si presenta la pratica SCIA come impresa di mediazione. 

CASI PARTICOLARI:

  1. QUALIFICA INTERNA - IMPRESA INDIVIDUALE: se il soggetto ex iscritto al Ruolo (cioè privo dei requisiti vigenti) dopo la cessazione dell'impresa di mediazione, voglia avviare o  abbia già iscritto un'altra impresa individuale con una diversa attività (es. servizi, commercio), per mantenere il requisito deve  iscriversi al suo interno anche con posizione REA-persona fisica. Infatti, per l'univocità del numero REA dell'impresa individuale, il requisito sarà inserito nel REA della stessa impresa individuale, sotto i dati della persona.
  2. QUALIFICA INTERNA -SOCIETA' :  se  il soggetto ex iscritto al Ruolo (cioè privo dei requisiti vigenti) cessi da una carica sociale di legale rappresentante o amministratore in un'agenzia immobiliare, per fare altre attività o per non fare più nessuna attività, per mantenere il requisito vale la regola generale: deve cessare  la qualifica legata alla carica sociale e iscriversi con AUTONOMA e personale posizione REA-persona fisica.

Per ulteriori informazioni vedi la Circolare n. 3662/C del MiSE scaricabile nella sezione Documenti e link utili in fondo a questa pagina.

Le imprese non aggiornate o prive di requisiti sono soggette alla sanzione dell'INIBIZIONE DELL'ATTIVITA' con provvedimento del Conservatore (art. 10 DM  26.10.2011 e art. 19 comma 3 L. 241/1990).

Le imprese inibite dovranno trasmettere una pratica telematica SCIA con le  dichiarazioni di possesso dei requisiti attuali, contenute nel Mod. Mediatori e Antimafia per chiedere la riattivazione.

 

Le imprese che si cancellano dal Registro Imprese o in stato di liquidazione, fallimento, liquidazione coatta amministrativa, salvo ne sia stata autorizzata la prosecuzione dell'attività, sono ESCLUSE dall'obbligo di aggiornamento.

Esempio A
Il mediatore  cessa l'attività e ha il requisito VALIDO attuale (diploma, corso ed esame) =  non deve fare nessuna pratica o adempimento al Registro Imprese per "mantenere il requisito" (l'esame resta sempre valido - se è quello post riforma del 2001) basta dichiarare il possesso del requisito quando si presenta la nuova pratica scia di inizio attività.

Esempio B
Il mediatore  cessa l'attività ed è un vecchio iscritto all'ex Ruolo, NON ha il requisito attuale (diploma, corso ed esame)  ma solo per es. un vecchio titolo di studio idoneo = quando cessa l'attività, se si riserva di riprenderla dopo i 90 gg concessi dalla normativa per comunicare liberamente  le modifiche di forma d'impresa al Registro Imprese, deve fare entro 90 gg  l'iscrizione al Registro Imprese come posizione REA-persona fisica, al fine di mantenere il vecchio requisito, che se no decade.
 
Esempio C
Il mediatore  cessa l'attività ed è un vecchio iscritto all'ex Ruolo, NON ha il requisito attuale (diploma, corso ed esame)  ma solo per es. un vecchio titolo di studio idoneo = quando cessa l'attività, se vuole riprenderla entro i 90 gg concessi dalla normativa per comunicare liberamente  le modifiche di forma d'impresa al Registro Imprese, non deve fare iscrizione al Registro Imprese come posizione REA-persona fisica, perchè il vecchio requisito resta valido per 90 giorni.

Normativa

Circolare n. 3662/C del Ministero dello Sviluppo Economico

Contatti
SUAP, fascicolo d'Impresa, procedure abilitative
VICENZA, Via Montale 27
[piano 3 - ufficio 3.04]
su appuntamento
PRENOTA IL TUO APPUNTAMENTO

NUMERO UNICO GRATUITO DI ASSISTENZA SUAP
tel. 06 64892892