condividi questa pagina
Condividi su Linkedin
Condividi su Google plus
Condividi su Twitter
Condividi su Facebook

Fine del mercato tutelato per l’energia elettrica: guida

FINE DEL MERCATO TUTELATO
La legge 4 agosto 2017, n. 124 "Legge annuale per il mercato e la concorrenza" e le successive leggi 108/18 e D.L. 162/19 hanno stabilito che la fine del mercato tutelato per l'energia elettrica decorrerà dal 1° gennaio 2021 per le piccole imprese connesse in bassa tensione e dal 1° gennaio 2022 per i clienti domestici.

Utenza Requisiti Fine del mercato tutelato
PMI* - AZIENDA Tra 10 e 50 dipendenti e fatturato annuo tra 2 e 10 milioni di €, oppure potenza impegnata del punto prelievo maggiore a 15kW  GENNAIO 2021
MICROIMPRESE - CLIENTI DOMESTICI  Consumatori,famiglie,associazioni e le microimprese che non rientrano nei requisiti di cui sopra  GENNAIO 2022

*Le caratteristiche e i requisiti di tali aziende sono definiti in accordo alla definizione comunitaria vigente - vedi delibera ARERA 491/2020/R/eel

Dal momento in cui i servizi di tutela non saranno più disponibili, ai clienti di piccola dimensione che non avranno un venditore nel mercato libero la continuità della fornitura di energia elettrica sarà comunque garantita senza subire interruzioni al fine di consentire al cliente di trovare un fornitore sul mercato libero.

MERCATO TUTELATO:  i servizi di tutela sono i servizi di fornitura di energia elettrica e gas naturale con condizioni contrattuali ed economiche stabilite dall'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) rivolte a clienti finali di piccole dimensioni (quali famiglie e piccole imprese) che non hanno ancora scelto un venditore nel mercato libero.


MERCATO LIBERO: nel mercato libero le condizioni economiche e contrattuali sono stabilite da ciascun fornitore e l’utente può decidere liberamente se aderirvi o meno.

Dal 1° luglio 2018 è online il PORTALE DELLE OFFERTE che raccoglie e pubblica le offerte presenti sul mercato di vendita al dettaglio elettrico e gas naturale consentendo di confrontare le offerte di energia elettrica o di gas naturale al fine di individuare quelle più adeguate alle proprie esigenze.


Link al Portale delle offerte


Per accedere ai dati sul consumo e alle principali informazioni tecniche e contrattuali relativi alle forniture di energia elettrica e di gas naturale di cui si è titolari si può consultare il PORTALE DEI CONSUMI.
L’accesso al portale è consentito tramite SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).


Link al Portale dei Consumi

La legge n. 124/2017 ha stabilito per tutti i fornitori di energia l'obbligo di offrire alle famiglie e alle piccole imprese almeno una proposta "standard" di fornitura a prezzo fisso chiara e comprensibile, a prezzi determinati liberamente ma con condizioni contrattuali definite dall'Autorità e almeno una proposta a prezzo variabile.


Per maggiori informazioni: https://www.arera.it/it/consumatori/placet.htm

L'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) è stata istituita con legge 481/95 e svolge un’attività di regolazione e controllo nei settori dell'energia elettrica, del gas naturale, dei servizi idrici, del ciclo dei rifiuti e del telecalore.
Quale autorità amministrativa indipendente promuove la concorrenza e l'efficienza nei servizi di pubblica utilità e tutela gli interessi di utenti e consumatori

Per ulteriori approfondimenti consultare il sito ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente)


“Mercato libero dell’energia: cosa sono le tutele graduali”

 

Per avere una guida di lettura delle informazioni presenti nella bolletta sintetica dell'elettricità consultare il seguente link:
https://bolletta.arera.it/bolletta20/index.php/home/elettricita/dati-del-cliente-e-della-fornitura


“Come si legge la bolletta della luce”

Dopo il reclamo scritto all’operatore è necessario esperire, prima di procedere all’azione giudiziaria, un tentativo obbligatorio di conciliazione.
La procedura di conciliazione è uno strumento semplice e veloce di risoluzione di eventuali controversie con gli operatori.

L’eventuale accordo presso i servizi di conciliazione costituisce un titolo esecutivo, cioè può esser fatto valere dalle parti dinanzi al giudice competente in caso di mancato rispetto dei contenuti.

Camere di Commercio, ARERA e Associazioni dei consumatori hanno attivato servizi di conciliazione.

Contatti
Tutela dei Consumatori e della fede pubblica
VICENZA, Via Montale 27
[piano 4 - ufficio 4.22]
apertura al pubblico
da lunedì a venerdì: 9-12:45