condividi questa pagina
Condividi su Linkedin
Condividi su Google plus
Condividi su Twitter
Condividi su Facebook

pagoPA obbligatorio da marzo 2021

pagoPA pagopa_5631_1.png (Art. corrente, Pag. 1, Foto logo)

Dal 1° marzo 2021 i pagamenti alla Camera di Commercio di Vicenza (così come a tutte le Pubbliche Amministrazioni) non potranno più essere eseguiti con bonifico bancario o bollettino di conto corrente postale, ma solo utilizzando il sistema pagoPA.

Per servizi a pagamento erogati allo sportello continuano ad essere accettati:

  • contanti, carta Bancomat o Carta di credito

Non rientrano nel sistema pagoPA i pagamenti effettuati per via telematica con il sistema del pre-pagato Telemaco, già presenti per alcuni servizi (es. invio pratiche telematiche Registro Imprese e Albo Artigiani, certificati di origine online) che restano validi e funzionanti.

Cos'è pagoPA

pagoPA è una piattaforma che consente di disporre, in via telematica e con strumenti elettronici, i pagamenti a favore delle Pubbliche Amministrazioni creditrici, avendo preliminarmente la certezza dell'importo da pagare e la ricevuta da parte dell'ente creditore.

Cosa posso pagare

pagoPA permette di pagare tributi, tasse, utenze, rette, quote associative, bolli e qualsiasi altro tipo di pagamento verso le Pubbliche Amministrazioni centrali e locali, ma anche verso altri soggetti, come le aziende a partecipazione pubblica, le scuole, le università, le ASL.

 

 

La Camera di Commercio invierà tramite e-mail l'"Avviso di pagamento" che l'interessato utilizzerà per eseguire il pagamento tramite i canali online o fisici resi disponibili dai Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) aderenti al circuito pagoP, come ad esempio:

  • agenzie della banca
  • home banking del PSP riconoscibili dai loghi CBILL o pagoPA
  • sportelli ATM abilitati delle banche
  • punti vendita di SISAL, Lottomatica e Banca 5
  • Uffici Postali
  • da smartphone utilizzando app Satispay o app IO
  • on line con IConto di InfoCamere

La procedura di pagamento è velocizzata grazie alla lettura del QRCode per Banche e altri canali.

Il Codice Avviso contiene lo IUV (Identificativo Univoco di Versamento) che identifica univocamente il pagamento.

Come chiedere Avviso di pagamento

  • interessato chiede l'emissione dell'Avviso di pagamento contattando direttamente l'Ufficio che rilascia il servizio (via e-mail o via telefono) almeno 3 giorni prima dell'erogazione del servizio
  • successivamente l'Ufficio invierà tramite e-mail l'Avviso di pagamento" contenente l'importo da pagare, i dati del richiedente e il Codice Avviso (IUV)
  • l'interessato potrà pagare il servizio tramite i Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) aderenti al circuito pagoPA
 servizi pagabili con pagoPA
come chiedere Avviso di pagamento
carte tachigrafiche
certificati e visure, copia atti e bilanci
firma digitale CNS
vidimazioni libri, registri e formulari
agenti e rappresentanti di commercio, esame agenti d'affari in mediazione
consultazione fascicoli ex-REC e copia atti

ruolo conducenti,
ruolo periti ed esperti

elenchi di imprese

diritto annuale

prezzi e listini
protesti
marchio orafi, strumenti di misura, metrologia legale


Nella sezione "SERVIZI" del sito sono elencati, in ordine alfabetico, i servizi erogati. Cliccando sul servizio d'interesse si apre la pagina informativa sul servizio e sulla destra nel riquadro Contatti i riferimenti dell'Ufficio che rilascia il servizio (telefono-e-mail).

Allo sportello continueranno ad essere accettati i pagamenti tramite contanti, POS bancomat o carta di credito.

Per ulteriori informazioni contattare direttamente l'Ufficio che rilascia il servizio.

pagoPA realizzato da Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) in attuazione art. 5 del CAD (Codice dell’Amministrazione Digitale) - DL 179/2012 - DL 135/2018 - DL 120/2020 Decreto Semplificazioni dal 28 febbraio 2021 i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione devono avvenire esclusivamente attraverso la piattaforma PagoPA.