condividi questa pagina
Condividi su Linkedin
Condividi su Google plus
Condividi su Twitter
Condividi su Facebook

Registro assegnatari marchio identificazione metalli preziosi

Disposizioni

Gli oggetti in metallo prezioso, fabbricati e posti in commercio nel territorio della Repubblica Italiana, devono (d.lgs. 251/1999, DPR 150/2002):

  • essere a titolo legale
  • portare impresso il titolo in millesimi del metallo fino contenuto nella lega
  • portare il marchio identificazione metalli preziosi

Titoli legali in Italia:

  • PLATINO: 950, 900 e 850 millesimi
  • PALLADIO: 950 e 500 millesimi
  • ORO: 750, 585, 375 millesimi
  • ARGENTO: 925 e 800 millesimi

Il marchio di identificazione è composto da una stella a cinque punte, a cui segue un numero e la sigla della provincia di appartenenza, il tutto racchiuso in una losanga di 5 grandezze legali (di cui una ottenibile solo con la tecnologia laser).  Le caratteristiche e le dimensioni sono riportate All. III DPR 150/2002

Registro Assegnatari dei marchi di identificazione marchio-metalli_4710_1.jpg (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)  esempio: marchio di identificazione (a destra) | titolo legale (a sinistra)

 

Concessione marchio identificazione metalli preziosi (soggetto a rinnovo annuale)

Le imprese che svolgono una/più attività elencate nelle categorie A, B, C devono obbligatoriamente iscriversi nel Registro degli assegnatari del marchio di identificazione dei metalli preziosi art. 14 D.lgs. 251/1999

  • categoria A: vendita di metalli preziosi (oro, argento, platino, palladio) o loro leghe, allo stato di materie prime o semilavorati (es. lingotti, verghe, laminati, profilati ecc.)
  • categoria B: fabbricazione di prodotti finiti in metalli preziosi o loro leghe
  • categoria C: importazione di materie prime o semilavorati o di prodotti finiti in metalli preziosi o loro leghe

Come fare

Compilare la domanda, secondo il tipo di impresa:

  • Domanda di iscrizione nel Registro degli assegnatari marchio identificazione metalli preziosi per imprese artigiane con autocertificazione antimafia (non è richiesta la licenza PS) (mod. 3.00)
  • Domanda di iscrizione nel Registro degli assegnatari marchio identificazione metalli preziosi per imprese non artigiane (mod. 3.01)
  • Elenco UL unità locali nelle quali viene esercitata l'attività soggetta a marchio identificativo metalli preziosi (mod. 3.02)
  • Richiesta estensione assegnazione del marchio identificativo per ulteriori qualifiche (mod. 3.03)
  • Delega alla presentazione/ritiro documenti (mod. 3.04) con allegato documento di riconoscimento del delegante e del delegato

scaricabili nella sezione Documenti e link utili in fondo a questa pagina da trasmettere con UNA delle seguenti modalità:

  • via PEC a: cameradicommercio@vi.legalmail.camcom.it
  • su appuntamento obbligatorio da prenotare alla pagina > PRENOTA IL TUO APPUNTAMENTO

La concessione del marchio di identificazione metalli preziosi è soggetta a rinnovo annuale previo pagamento di un "diritto" da pagare entro il mese di gennaio di ogni anno successivo all’anno in cui è stato assegnato il numero di marchio art. 7 c. 2 e 3, D.lgs. 251/1999

Diritti di saggio e di marchio

  • € 32 per imprese artigiane (cat. B), importatrici (cat. C), commerciali con laboratorio annesso e quelle che svolgono l’attività di vendita di materie prime e/o semilavorati (cat. A)
  • € 129 per imprese non artigiane (cat. B - fabbricazione) che non superano i 100 dipendenti
  • € 258 per imprese non artigiane (cat. B - fabbricazione) con più di 100 dipendenti.

morosi: le imprese che NON pagano il diritto entro il mese di gennaio, devono pagare un’indennità di mora come specificato in Tabella.

 
Mese in cui viene effettuato il versamento

Imprese artigiane

Imprese non artigiane

Imprese non artigiane
con oltre 100 dipendenti

importi comprensivi del diritto di rinnovo e dell'indennità di mora

 febbraio € 34,67 € 139,75 il diritto è doppio rispetto ai diritti delle imprese non artigiane

 marzo

€ 37,33  € 150,50
 aprile € 40,00  € 161,25
 maggio € 42,67  € 172,00
 giugno € 45,33  € 182,75
 luglio € 48,00  € 193,50
 agosto € 50,67  € 204,25
 settembre € 53,33  € 215,00
 ottobre € 56,00  € 225,75
 novembre € 58,67  € 236,50
 dicembre € 61,33  € 247,25

IMPORTANTE
Se il pagamento non viene effettuato entro il 31 dicembre dell’anno, la Camera di Commercio provvede al ritiro del marchio di identificazione ed alla cancellazione dal Registro (art. 7, c. 4, D.Lgs 251/1999).

Come fare

Consulta Circolare Rinnovo 2021 per diritto di saggio e marchio scaricabile dalla sezione Documenti e link utili in fondo a questa pagina.

Come pagare

  • sistema pagoPA L'AVVISO DI PAGAMENTO deve essere richiesto contattando direttamente l'Ufficio che rilascia il servizio (via e-mail o via telefono) vedi CONTATTI almeno 3 giorni prima dell'erogazione del servizio.

Variazioni

Il titolare/legale rappresentante dell'impresa deve comunicare ogni variazione intervenuta nell'ambito dell'impresa -  entro 30 giorni - compilando:

Comunicazione variazioni (mod. 3.05) scaricabile nella sezione Documenti e link utili in fondo a questa pagina da trasmettere con UNA delle seguenti modalità:

  • via PEC a: cameradicommercio@vi.legalmail.camcom.it
  • su appuntamento obbligatorio da prenotare alla pagina > PRENOTA IL TUO APPUNTAMENTO


Cancellazione dal Registro

Il titolare/legale rappresentante dell'impresa che cessa l'attività, deve comunicarlo compilando:

Comunicazione di cessata attività e richiesta di cancellazione dal Registro degli assegnatari del marchio di identificazione metalli preziosi (mod. 3.06) scaricabile nella sezione Documenti e link utili in fondo a questa pagina da trasmettere con UNA delle seguenti modalità:

  • via PEC a: cameradicommercio@vi.legalmail.camcom.it
  • su appuntamento obbligatorio da prenotare alla pagina > PRENOTA IL TUO APPUNTAMENTO


Cancellazione d'ufficio

Nel caso l'impresa non provveda entro l'anno al pagamento del diritto per il rinnovo annuale della concessione del marchio di identificazione, la Camera di Commercio, oltre a ritirare il marchio, procederà alla cancellazione d'ufficio dell’impresa dal Registro degli assegnatari del marchio di identificazione metalli preziosi inviando una comunicazione al Questore affinché provveda al ritiro della licenza, ove prevista (art. 7, c. 4, D.Lgs. n. 251/1999).

Trasferimento proprietà di impresa assegnataria di marchio di identificazione metalli preziosi

Il titolare/legale rappresentante dell'impresa subentrante, sempreché continui l’esercizio della medesima attività e sia in possesso della licenza di P.S. se richiesta - entro 30 giorni dalla data dell'atto di trasferimento della proprietà dell'impresa - deve comunicare il trasferimento di proprietà, per atto tra vivi o a causa di morte (art. 30, c.2, DPR 150/2002) compilando, secondo il tipo di impresa:

  • Comunicazione subentro di impresa artigiana ad impresa assegnataria di marchio identificativo (mod. 3.07)
  • Comunicazione subentro di impresa non artigiana ad impresa assegnataria di marchio identificativo (mod. 3.07.1)

scaricabili nella sezione Documenti e link utili in fondo a questa pagina da trasmettere con UNA delle seguenti modalità:

  • via PEC a: cameradicommercio@vi.legalmail.camcom.it
  • su appuntamento obbligatorio da prenotare alla pagina > PRENOTA IL TUO APPUNTAMENTO

Cos'è

Le imprese produttrici titolari di marchio di identificazione metalli preziosi possono realizzare ed apporre sugli oggetti di propria produzione, in aggiunta al marchio stesso ed alla indicazione del Titolo, un proprio marchio tradizionale o particolare di fabbrica art. 9 D.lgs. 251/1999
Tale marchio, che può essere costituito da un logo, da una o più lettere o da una intera iscrizione, deve essere depositato presso l’Ufficio Metrologia legale, prima di iniziarne l’utilizzo.

Come fare

Per depositare questo marchio compilare:

  • Deposito marchi tradizionali di fabbrica e sigle particolari (mod. 3.08)
  • Deposito impronte per conto di committenti (mod. 3.08.1)

scaricabile nella sezione Documenti e link utili in fondo a questa pagina da trasmettere con UNA delle seguenti modalità:

  • via PEC a: cameradicommercio@vi.legalmail.camcom.it
  • su appuntamento obbligatorio da prenotare alla pagina > PRENOTA IL TUO APPUNTAMENTO

Allegare: una riproduzione grafica del marchio particolare, su supporto cartaceo o informatico.

Una volta realizzata la produzione del punzone recante il marchio di fabbrica si devono depositare presso l’Ufficio Metrologia legale le impronte del marchio di fabbrica impresse su piastrina metallica di materiale non ferroso.

Cos'è

I produttori possono ricorrere a sistemi di certificazione aggiuntiva, al fine di garantire ed attestare la conformità dei propri prodotti (oggetti e/o semilavorati o materie prime) alle disposizioni della normativa stessa, sottoponendo la propria impresa a cicli di controllo da parte di:

  • Laboratorio accreditato dalla  Camera di Commercio
  • Organismo di certificazione accreditato a livello Comunitario in base alle normative tecniche vigenti e la cui attività sia specificamente rivolta al settore dei metalli preziosi.

Come fare

L’impresa che intende avvalersi della certificazione aggiuntiva deve presentare al Laboratorio/Organismo prescelto una apposita domanda, con la quale chiede di sottoporre a controllo la propria produzione, al fine di garantire e certificare la conformità della stessa alle disposizioni di legge.

Nella domanda l’interessato si impegna ad autorizzare il Laboratorio/Organismo a svolgere periodicamente dei cicli di controlli sugli oggetti o materie prime presso le proprie sedi di produzione e deposito, con il prelievo di campioni da sottoporre ad analisi per determinazione del Titolo.
Ad esito positivo dei controlli effettuati il Laboratorio/Organismo rilascia all'impresa una "certificazione aggiuntiva attestante la qualità della produzione sottoposta a controllo".
Il Laboratorio/Organismo può inoltre autorizzare l’impresa, su richiesta della stessa, ad adottare un proprio logo, da apporre sulla produzione certificata.

Contatta Laboratorio Saggio Metalli Preziosi affidato all'azienda speciale Made in Vicenza

Assegnato il numero di marchio di identificazione, l’Ufficio Metrico provvede a fare eseguire, a spese dell’impresa assegnataria, i punzoni recanti l’impronta del marchio.

PUNZONE SPECIALE (art. 15, c. 4 e 5, DPR 150/2002)

È possibile richiedere all'Ufficio Metrico l'allestimento di punzoni speciali destinati ad essere inseriti in appositi attrezzi o dispositivi meccanici, a condizione che risulti possibile l'apposizione del bollo di autenticazione e che sia allegato alla richiesta il disegno quotato dei punzoni e del posto che li contiene.  La matrice è conservata presso l’Ufficio Metrico.

Come fare

Il titolare/legale rappresentante/delegato dell'impresa compila:

  • Domanda di allestimento dei punzoni (mod. 3.09)
  • Delega per la consegna della domanda di allestimento punzoni (mod. 3.09.1) allegando fotocopia del documento di identità del delegante e delegato
  • Delega per il ritiro dei punzoni (mod. 3.09.2) allegando fotocopia documento di riconoscimento del delegante e delegato
    Nel Registro vengono trascritti i dati di tutti i punzoni richiesti, nonché la data e la firma di chi ritira e si provvede al deposito delle impronte su lastrine.

scaricabili nella sezione Documenti e link utili in fondo a questa pagina da trasmettere con UNA delle seguenti modalità:

  • via PEC a: cameradicommercio@vi.legalmail.camcom.it
  • su appuntamento obbligatorio da prenotare alla pagina > PRENOTA IL TUO APPUNTAMENTO

 

Punzoni smarriti
Lo smarrimento o il furto di punzoni del marchio di identificazione deve essere denunciato, entro 48 ore,  compilando:

Denuncia di smarrimento punzoni (mod. 3.09.3) scaricabile nella sezione Documenti e link utili in fondo a questa pagina da trasmettere con UNA delle seguenti modalità:

  • via PEC a: cameradicommercio@vi.legalmail.camcom.it
  • su appuntamento obbligatorio da prenotare alla pagina > PRENOTA IL TUO APPUNTAMENTO

 

Riconsegna punzoni
I titolari del Marchio di identificazione sono obbligati a riconsegnare i punzoni nei seguenti casi:

  1. Usura degli stessi (art. 11, c. 4, D.lgs. 251/99). I marchi di identificazione resi inservibili all'uso devono essere riconsegnati alle Camere di Commercio per la deformazione
  2. Cessazione dell’attività. L 'assegnatario del marchio, contemporaneamente alla presentazione della domanda di cancellazione dal Registro Assegnatari Marchi, deve provvedere anche alla riconsegna di tutti i punzoni in suo possesso. L'ufficio provvederà alla verifica dell'autenticità e del numero dei punzoni e all'annotazione nel registro.
  3. Decadenza del marchio (art. 7, c. 4 D.lgs. 251/99) a seguito del mancato rinnovo annuale di concessione del marchio, entro il termine stabilito. L'Ufficio Metrico, verificata l'autenticità e il numero dei punzoni, rilascia all'interessato la ricevuta dell'avvenuta riconsegna dei punzoni.

Come fare

Il titolare/legale rappresentante/delegato deve presentarsi con i punzoni in suo possesso e il modulo compilato e firmato:

Verbale di riconsegna e deformazione punzoni (mod. 3.09.4)

 

MARCATURA LASER
Marchio di identificazione metalli preziosi con marcatura laser (chiavetta Token USB)

Le imprese orafe possono chiedere alla Camera di Commercio il rilascio di un dispositivo Token USB per la marcatura laser del proprio marchio identificativo (DM 4 settembre 2015).
Importante: per poter utilizzare la tecnologia laser l'impresa orafa deve contattare il fabbricante della “marcatrice laser” e richiedere che sia effettuato, prima della data di consegna della chiavetta Token USB, uno specifico aggiornamento del software di gestione di Unioncamere vedi marcatura laser

Come fare

Compilare il modulo di richiesta token USB, a seconda del caso:

  • Istanza rilascio di token USB (mod. 3.10)
  • Associazione token USB marcatura laser e marcatrice (mod. 3.11)
  • Contratto condizioni generali (mod. 3.12)
  • consulta Circolare Rinnovo 2021 marcatura laser

scaricabile nella sezione Documenti e link utili in fondo a questa pagina da trasmettere con UNA delle seguenti modalità:

  • via PEC a: cameradicommercio@vi.legalmail.camcom.it
  • su appuntamento obbligatorio da prenotare alla pagina > PRENOTA IL TUO APPUNTAMENTO

L’attività di sorveglianza è attuata dal personale degli Uffici Metrici, in qualità di Ufficiali di Polizia giudiziaria.

Il personale autorizzato è dotato di una tessera di riconoscimento con fotografia, rilasciata dalla Camera di Commercio di appartenenza.

Durante le visite ispettive, il personale dell’Ufficio Metrico svolge presso le imprese orafe le seguenti attività di sorveglianza:

  • dotazione dei punzoni dell’impresa
  • legalità dei punzoni
  • conformità di apposizione del marchio su oggetti preziosi
  • prelevamento di alcuni campioni di materie prime, semilavorati e oggetti finiti, pronti per la vendita, per l’analisi di conformità del titolo

FAQ

È possibile cedere il proprio marchio di identificazione metalli preziosi in affitto ad altre imprese? DPR 30 maggio 2002, n. 150 (articolo 30)?

NO. La normativa relativa ai marchi orafi non prevede la cessione del marchio in affitto ad altre imprese. Il trasferimento di marchio ad altre imprese può avvenire solo a seguito di trasferimento di proprietà dell’impresa assegnataria.


È possibile conoscere l'impresa alla quale risulta assegnato un marchio di identificazione metalli preziosi della provincia di Vicenza?

SI. Inviare una richiesta via e-mail: metrico@vi.camcom.it indicando il numero del marchio oppure la denominazione o ragione sociale dell'impresa. L'Ufficio fornirà in breve tempo e senza costi la denominazione o la ragione sociale dell'assegnatario ed indirizzo della sede legale.

Per ottenere l'elenco completo degli assegnatari marchi di identificazione metalli preziosi della provincia di Vicenza si deve contattare l'Ufficio via e-mail: metrico@vi.camcom.it per definire  l'ammontare dei diritti di segreteria da corrispondere per l'estrazione delle posizioni in base al DM MISE del 2 dicembre 2009

Modulistica

Domanda di iscrizione nel Registro degli assegnatari marchio identificazione metalli preziosi per imprese artigiane con autocertificazione antimafia (non è richiesta la licenza PS) (mod. 3.00)

Domanda di iscrizione nel Registro degli assegnatari marchio identificazione metalli preziosi per imprese non artigiane (mod. 3.01)

Elenco UL nelle quali viene esercitata attività soggetta a marchio identificativo metalli preziosi (mod. 3.02)

Richiesta estensione assegnazione del marchio identificativo per ulteriori qualifiche (mod. 3.03)

Delega alla presentazione/ritiro documenti (mod. 3.04)

Comunicazione variazioni (mod. 3.05)

Comunicazione cessata attività e richiesta di cancellazione dal Registro degli assegnatari del marchio di identificazione metalli preziosi (mod. 3.06)

Comunicazione subentro di impresa artigiana ad impresa assegnataria di marchio identificativo (mod. 3.07)

Comunicazione subentro di impresa non artigiana ad impresa assegnataria di marchio identificativo (mod. 3.07.1)

Deposito marchi tradizionali di fabbrica e sigle particolari (mod. 3.08)

Deposito impronte per conto di committenti (mod. 3.08.1)

Domanda di allestimento dei punzoni (mod. 3.09)

Delega per la consegna della domanda di allestimento punzoni (mod. 3.09.1)

Delega per il ritiro dei punzoni (mod. 3.09.2)

Denuncia di smarrimento punzoni (mod. 3.09.3)

Verbale di riconsegna e deformazione punzoni (mod. 3.09.4)

Istanza rilascio token USB (mod. 3.10)

Associazione token USB marcatura laser e marcatrice (mod. 3.11)

Contratto condizioni generali (mod. 3.12)

Guide

Circolare Rinnovo 2021 per diritto di saggio e marchio

Circolare Rinnovo 2021 marcatura laser

Istruzioni operative per marcatura laser dei metalli preziosi

sito Unioncamere nazionale - Metrologia legale

Normativa

DM 17 aprile 2015 - Procedure per la marcatura laser

D.lgs. 251/1999: Disciplina dei titoli e dei marchi di identificazione dei metalli preziosi

DPR 150/2002 Regolamento recante norme per l'applicazione del D.lgs 22 maggio 1999, n. 251, sulla disciplina dei titoli e dei marchi di identificazione dei metalli preziosi

Contatti
Metrologia legale
VICENZA, Via Montale 27
[piano 4 - ufficio 4.13]
su appuntamento
PRENOTA IL TUO APPUNTAMENTO

Ufficio Metrico prenderà tempestivamente in carico le richieste ricevute via e-mail e contatterà telefonicamente gli utenti che lo richiedono nelle fasce orarie telefoniche indicate sotto.