condividi questa pagina
Condividi su Linkedin
Condividi su Google plus
Condividi su Twitter
Condividi su Facebook

Diritto annuale 2019

proroga versamento al 30 SETTEMBRE 2019 per alcune categorie di contribuenti

Con Legge 28 giugno 2019, n. 58 sono stati differiti i termini di effettuazione dei versamenti delle imposte per alcuni contribuenti.

Il differimento dei termini di versamento (proroga) si applica anche al diritto annuale.

I contribuenti che possono fruire della proroga sono:

  • tutti i contribuenti che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA) e che dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore al limite stabilito per ciascun indice dal relativo decreto di approvazione del Ministro dell'economia e delle finanze
  • i contribuenti che, pur facendo parte delle categorie per le quali sono previsti gli indici, presentano cause di esclusione o inapplicabilità (ad esempio, nel caso di non normale svolgimento di attività, o per il primo anno di attività)
  • i contribuenti che rientrano nel regime fiscale di vantaggio per l'imprenditoria giovanile e coloro che hanno aderito al nuovo regime forfetario, ancorché esclusi dall'applicazione degli indici
  • i contribuenti che partecipano a società, associazioni e imprese soggette agli indici sintetici di affidabilità fiscale, ma soltanto se determinano il reddito per trasparenza.

Pertanto, per i soggetti sopra indicati i termini dei versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi, Irap e Iva, oltre al versamento del diritto annuale, che scadono dal 30 giugno al 30 settembre 2019 sono posticipati al:

    30 settembre 2019 senza alcuna maggiorazione

Contatti
Diritto annuale
VICENZA, Via Montale 27
[piano 5 - uffici 5.05, 5.17]
apertura al pubblico
da lunedì a venerdì: 9-12.45