condividi questa pagina
Condividi su Linkedin
Condividi su Google plus
Condividi su Twitter
Condividi su Facebook

Agente d'affari in mediazione: INFO esame

Le sessioni d'esame per l'abilitazione all'attività di Agente d'affari in mediazione (mediatore immobiliare) si aprono un mese prima delle prove scritte e si svolgono presso la sede della Camera di Commercio di Vicenza, via Montale 27.

Come presentare la domanda all'esame

Le iscrizioni per gli esami di abilitazione all'attività di Agente d'affari in mediazione (mediatori immobiliari) - (registrazione del candidato, presentazione della domanda d'esame, pagamento dei diritti di segreteria e imposta di bollo con pagoPA) -  devono essere presentate esclusivamente online tramite il Portale Servizi online

NB: per presentare la domanda d'esame è obbligatoria la registrazione del candidato nel Portale Servizi online, in alternativa, con SPID, CIE Carta di Identità Elettronica o Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Dopo la registrazione si potrà accedere ai servizi online. Per eventuali problemi tecnici cliccare "Ti serve aiuto?"

NON SONO AMMESSE altre modalità di invio delle domande (es. via PEC, tramite posta, consegna a mani).

La Camera di Commercio di Vicenza ammette all'esame SOLO i soggetti residenti o domiciliati in provincia di Vicenza.

Le modalità di svolgimento delle sessioni d'esame sono disciplinate dalle Linee Guida scaricabili nella sezione Documenti e link utili in fondo a questa pagina.

PROVA SCRITTA IN PRESENZA

L'esame consiste in un test unficato per le 2 prove scritte sulle seguenti materie:

  1. Diritto civile e commerciale, diritto tributario e legislazione speciale dei mediatori (20 domande)
  2. Estimo e catasto (15 domande)

Le domande sono strutturate in un questionario a risposta multipla (QUIZ). Le prove si svolgono di seguito, nella stessa aula entro 45 minuti.

I quiz corretti sono pubblicati in questo sito dopo la prova.  I candidati che superano entrambe le prove scritte con media di 6/10 e raggiungono la media complessiva finale di almeno 7/10 saranno ammessi alla prova orale. 

Le prove scritte NON sono aperte al pubblico.

PROVA ORALE IN PRESENZA

La prova orale può essere svolta in presenza, con turnazione,  o con collegamento online. Le materie sono le stesse delle prove scritte. Sono dichiarati idonei i candidati che raggiungono all'orale una valutazione complessiva di almeno  6/10. NB: i risultati della prova scritta e orale sono autonomi: non fanno media tra di loro.

La data della prova orale è pubblicata in questo sito. Indicatavamente la prova orale si svolge la settimana dopo o quella successiva rispetto a quella della prova scritta.

Per sostenere l'esame bisogna avere conseguito un diploma di scuola secondaria superiore o titolo equipollente.

I titoli di studio stranieri per essere validi devono essere stati tradotti e autenticati (es. con apostille)  e riconosciuti  dallo Stato Italiano.

La Camera di Commercio NON è un ente di formazione e NON è competente per l'autenticazione e il riconoscimento dei titoli.

Il percorso di studi o la qualifica professionale ottenuta all'estero vanno riconosciuti dallo Stato italiano. Per l'ammissione all' esame mediatori serve  il riconoscimento di valore legale del titolo in Italia.

  • La premessa è la cd. "apostille", una certificazione che convalida, con pieno valore giuridico, sul piano internazionale l'autenticità di un atto pubblico o di un titolo di studio. Tale istituto giuridico è riconosciuto dagli Stati che hanno sottoscritto la Convenzione dell'Aia del 5 ottobre 1961. Garantisce che il contenuto dell'atto è autentico/originale. Poi a seconda dei casi serve:
  1. riconoscimento del valore in Italia del titolo straniero da parte dell'Ente di formazione scolastico/universitario competente (es. Provveditorato agli studi; in caso di laurea, l'Università equivalente in Italia) o parere favorevole del Ministero dell'istruzione (MIUR). Per i Paesi dell'Unione Europea, Svizzera e Stati aderenti vale la  Convenzione di Lisbona (Legge 11 luglio 2002, n. 148)
  2. riconoscimento della qualifica o abilitazione estera di mediatore immobiliare, conseguita previa formazione ed esperienza professionale; va effettuato dall'Uffico competente del Ministero dello Sviluppo economico (vedi : MISE) che può disporre delle misure compensative, come sostenere l'esame abilitante in Italia.

Per maggiori informazioni:  consulta la CIRCOLARE MISE in fondo alla pagina o  il sito CIMEA - Centro di Informazione sulla Mobilità e le Equivalenze Accademiche, che svolge le attività di Centro nazionale di informazione sulle procedure di riconoscimento dei titoli vigenti in Italia, sul sistema italiano d’istruzione superiore e sui titoli presenti a livello nazionale.

Guide

Linee Guida e modalità esame abilitante attività agente d'affari in mediazione

Circolare MISE su riconoscimento dei titoli stranieri

Contatti
SUAP, fascicolo d'Impresa, procedure abilitative
VICENZA, Via Montale 27
[piano 3 - ufficio 3.04]
su appuntamento
PRENOTA IL TUO APPUNTAMENTO

NUMERO UNICO GRATUITO DI ASSISTENZA SUAP
tel. 06 64892892