condividi questa pagina
Condividi su Linkedin
Condividi su Google plus
Condividi su Twitter
Condividi su Facebook

Registro Imprese e R.E.A. – Eliminazione del modulo cartaceo di "procura speciale"

dal 1 ottobre 2021

L’evoluzione tecnologica, la diffusione sempre più ampia di dispositivi di firma, in capo agli imprenditori, titolari degli adempimenti, e la dematerializzazione dei procedimenti ha imposto un ripensamento sull’utilizzo della procura speciale, ai fini della predisposizione delle domande da inviare al Registro Imprese.

La Camera di Commercio di Vicenza finora ha consentito ad imprese e professionisti di inviare domande al Registro Imprese/ R.E.A. utilizzando il modulo cartaceo di “procura speciale” cartaceo, nel quale il delegato acquisisce la firma autografa del titolare o legale rappresentante dell’impresa per il deposito della domanda telematica al Registro Imprese, e allegando copia del documento d’identità personale del sottoscrittore.

D’intesa con le Camere di Commercio del Triveneto, che hanno già provveduto all’eliminazione del modulo cartaceo di procura speciale, e tenendo conto del processo di riorganizzazione complessiva dei servizi di trasmissione delle domande telematiche, già avviato a livello nazionale anche da altre Camere come Milano, Roma e Brescia, la Camera di Commercio di Vicenza informa che, oltre che per il deposito dei bilanci di esercizio (disposizione già in uso dal 1° ottobre 2020),

dal 1° ottobre 2021

non sarà più consentito il deposito di domande telematiche al Registro Imprese/R.E.A. con il modulo cartaceo di "procura speciale” accompagnato dalla copia del documento d'identità personale del sottoscrittore, e ciò con riferimento a tutti i tipi di adempimenti da inviare al Registro Imprese/R.E.A. e a tutte le tipologie di soggetti obbligati e/o legittimati.

Pertanto dal 01/10/2021 il soggetto obbligato o legittimato alla presentazione della domanda o denuncia o dell'atto da pubblicare (es. titolare impresa individuale, legale rappresentante, amministratore, liquidatore, sindaco, revisore, ecc.) dovrà presentare la modulistica ministeriale sottoscritta esclusivamente con la propria firma digitale.

Resta inteso che gli intermediari continueranno a svolgere le importanti attività di predisposizione e invio delle domande telematiche, che dovranno però riportare la firma digitale del soggetto obbligato o legittimato all’adempimento.

Si invita a verificare nel Supporto Specialistico Registro Imprese i soggetti obbligati o legittimati alla presentazione dei singoli adempimenti da inviare al Registro Imprese e quindi tenuti alla sottoscrizione digitale degli stessi, nonché le Modalità di sottoscrizione delle istanze al Registro Imprese/R.E.A. definite d’intesa con le Camere di Commercio del Triveneto tenendo conto delle diverse tipologie di adempimenti e dei soggetti obbligati/legittimati al loro invio.

Si raccomanda ai soggetti interessati di acquisire per tempo il dispositivo di firma digitale e, per chi ne fosse già in possesso, a verificarne il corretto funzionamento e la scadenza.

In particolare, all’interno delle Modalità di sottoscrizione delle istanze al Registro Imprese/R.E.A. sono stati previsti alcuni Casi di esonero della sottoscrizione digitale da parte dei soggetti obbligati relativi a domande di cancellazione di imprese dal Registro Imprese.

Dal punto di vista normativo, la dismissione della procura cartacea consentirà di dare completa attuazione all’art. 31 della Legge 340/2000, che richiede la firma digitale del soggetto obbligato/legittimato alla presentazione delle domande al Registro Imprese, rispondendo primariamente all’esigenza di assicurare certezza sull’identità del soggetto tenuto all’adempimento

 

Il Conservatore del Registro delle Imprese
dr. Michele Marchetto

19 maggio 2021