Vai ai contenuti


link al sito della Borsa Immobiliare di Vicenza
Importi diritto annuale 2017
cos'č, come si calcola, quando e come si paga, cosa fare quando non si č pagato o si č pagato troppo

COME SI PAGA IL DIRITTO ANNUALE

Il diritto annuale è un tributo e si paga con Modello F24.

Per ciascuna Camera di Commercio si sommano gli importi della sede e delle unità locali in una sola riga del Modello F24.

Invitiamo le imprese a pagare, con un unico Modello F24, sia il diritto annuale, sia altre imposte annuali (acconti e saldi irpes-irap) per usufruire della possibilità di compensare il versamento del diritto annuale con eventuali crediti tributari o previdenziali.


COME SI COMPILA IL MODELLO F24

Il Modello F24 è un foglio suddiviso in sezioni. Per pagare il diritto annuale, si compila la sezione anagrafica con i dati del contribuente e la sezione specifica, che è la seguente:

IMU E ALTRI TRIBUTI LOCALI

codice ente/codice comune

codice tributo

Anno di riferimento

Importi a debito versati

VI

3850

2017

scrivere l’importo da pagare

Se una o più unità locali dell’impresa si trovano nel territorio di competenza di camere di commercio diverse da quella di Vicenza si dovrà compilare un altro rigo o più righi del Modello F24 e indicare come “codice ente/codice comune” la sigla o le sigle delle camere di commercio in cui si trovano le unità locali.

Importi diritto annuale 2017
Gli importi del diritto annuale camerale per l'anno 2017 sono stati ridotti del 50% rispetto a quelli previsti per l'anno 2014 (art. 28 legge 11 agosto 2014, n. 114). 

La riduzione riguarda TUTTE le imprese, sia quelle che si iscrivono nel corso del 2017, sia quelle iscritte in precedenza.
Le modalità di determinazione degli importi da pagare sono diverse per le imprese che si iscrivono nel corso dell'anno 2017 rispetto a quelle già iscritte al 31 dicembre 2016.

Non sono obbligate al pagamento del diritto annuale 2017 (DM 11 maggio 2001, n. 359, art. 4):

  • imprese dichiarate in fallimento o liquidazione coatta amministrativa entro il 31.12 dell'anno precedente, se non è stato autorizzato l'esercizio provvisorio dell'impresa
  • imprese individuali cessate entro il 31.12 dell'anno precedente, se la relativa domanda di cancellazione è presentata entro il 30 gennaio 2016
  • società che hanno approvato il bilancio finale di liquidazione entro il 31.12 dell'anno precedente, se la domanda di cancellazione è presentata entro il 30 gennaio 2017
  • società cooperative per le quali sia stato disposto lo scioglimento d'ufficio (articolo 2544 c.c., articolo 2545-septiesdecies c.c. dall'1-1-2004) entro il 31.12 dell'anno precedente.
  • società iscritte nella sezione START-UP INNOVATIVE al 31/12/2016 o comunque dalla costituzione e inizio attività.

Gli importi dovuti in funzione del tipo di impresa e della sezione di iscrizione sono i seguenti (a fine pagina si può scaricare il foglio di calcolo):

Imprese individuali

Imprese individuali iscritte nella sezione ordinaria importo
 - sede dell'impresa € 100
 - unità locale € 20

 

Imprese individuali iscritte nella sezione speciale importo
 - sede dell'impresa € 44
 - unità locale  € 9*

L'importo di riferimento da usare prima dell'arrotondamento per i calcoli del dovuto da parte di imprese che hanno più unità locali è 8,80 euro 

Gli importi valgono sia per le imprese già iscritte al 31 dicembre 2016, sia per quelle che si iscrivono nel corso del 2017.

Le unità locali o sedi secondarie di società estere pagano il diritto nella misura fissa di € 55.

Calcolo in base al fatturato
Le altre imprese iscritte nella sezione ordinaria pagano in base al fatturato dell'esercizio 2016 con le aliquote di seguito specificate ma con la riduzione successiva del 50%.
Il procedimento di calcolo è il seguente:
1) si calcola il dovuto con le aliquote e gli importi sotto indicati
2) prima di arrotondare si riduce l'importo del 50%
3) se ci sono unità locali, prima di arrotondare si aggiunge il 20% del dovuto per la sede per ciascuna unità locale
4) si arrotonda al centesimo
5) si arrotonda all'euro (inferiore fino a 0,49; superiore da 0,50 a 0,99).

Tabella aliquote per il calcolo del diritto dovuto per la sede

scaglioni di fatturato misure fisse e aliquote
da 0 fino a 100.000 euro
 200 € (misura fissa)
oltre 100.000 e fino a 250.000 euro 0,015% del fatturato
oltre 250.000 e fino a 500.000 euro 0,013% del fatturato
oltre 500.000 e fino a 1.000.000 euro 0,010% del fatturato
oltre 1.000.000 e fino a 10.000.000 euro 0,009% del fatturato
oltre 10.000.000 e fino a 35.000.000 euro 0,005% del fatturato
oltre 35.000.000 e fino a 50.000.000 euro 0,003% del fatturato
oltre 50.000.000
0,001% del fatturato
(fino ad un massimo di € 40.000)

Attenzione, perché gli scaglioni sono AGGIUNTIVI e quindi per ogni fascia si calcola un importo che poi va sommato con gli altri.
Ricordarsi che il risultato del calcolo va ridotto del 50%.
C'è un limite massimo per la sede che è di 20mila euro e un limite massimo per singola unità locale che è 100 euro (entrambi sono già calcolati al NETTO della riduzione del 50%, perciò nel foglio di calcolo sono impostati a 40mila e 200).

In calce alla pagina abbiamo reso disponibile un file .xls che consente di calcolare il diritto annuale dovuto per la sede e per le eventuali unità locali  già iscritte alla data del 31 dicembre 2016.

Soggetti iscritti solo nel REA

 Soggetti iscritti solo nel REA
 (associazioni, fondazioni e simili senza scopo di lucro)
€ 15
  

I soggetti iscritti solo nel REA pagano il diritto per la sede ma non quello per le unità locali.

Unità locali (UL) e sedi secondarie già iscritte al 31.12.2016

Tipo di impresa importo
 Unità locale UL di imprese individuali iscritte nella sezione speciale € 9*
 Unità locale UL di imprese individuali iscritte nella sezione ordinaria € 20
 Unità locale UL di società di persone (SNC, SAS) 20% del diritto dovuto per la sede
 Unità locale UL di società di capitali (SRL, SPA, SAPA) 20% del diritto dovuto per la sede
 Unità locale UL o sede secondaria di impresa con sede all'estero € 55
 Unità locale UL di società semplici agricole € 10
 Unità locale UL di società semplici non agricole € 20
 Unità locale UL di cooperative o consorzi 20% del diritto dovuto per la sede
 Unità locale UL di società tra avvocati € 20
 Unità locale UL di soggetti iscritti solo al REA
(escluse quelle di imprese con sede estera, v. sopra)
zero

* l'importo di riferimento da usare prima dell'arrotondamento per i calcoli del dovuto da parte di imprese che hanno più unità locali è 8,80 euro 

Importi diritto annuale 2017 per imprese nuove iscritte
Gli importi del diritto annuale per l'anno 2017 sono stati ridotti del 50% rispetto a quelli previsti per l'anno 2014 (art. 28 legge 11 agosto 2014, n. 114).
Pertanto gli importi dovuti per le imprese e unità locali che si iscriveranno nel corso dell'anno 2017 sono quelli indicati nella tabella sottostante

imprese nuove iscritte nel 2017 sede UL
Unità Locale
Imprese individuali iscritte nella sezione speciale (piccolo imprenditore) 44 9*
Imprese individuali iscritte nella sezione ordinaria  100  20
società semplici agricole  50  10
società semplici non agricole  100  20
società fra avvocati 100  20
società cooperative 100  20
consorzi 100  20
enti pubblici e altri soggetti che si iscrivono nella sezione ordinaria 100  20
società di cui al comma 2, art. 16 del D.lgs. n. 96 del 2/2/2001 (società di avvocati) 100  20
società di capitali 100  20
società di persone  100  20
UL o sedi secondarie di società estere    55  55
Soggetti iscritti solo nel REA (Repertorio delle Attività Economiche)
(associazioni, fondazioni e simili senza scopo di lucro; mediatori e agenti rappresentanti che non esercitano e quindi non sono iscritti come impresa ma vogliono mantenere i requisiti)
15 0*
* l'importo di riferimento da usare prima dell'arrotondamento per i calcoli del dovuto da parte di imprese che aprono contemporaneamente più unità locali nella provincia di Vicenza è 8,80 euro per ciascuna unità locale.
** i soggetti iscritti solo nel REA pagano solo il diritto per la sede ma non quello per le unità locali


Cosa fare quando si è pagato più del dovuto

Se è stato versato più di quanto dovuto il contribuente può recuperare l’eccedenza in due modi (che diventano tre se ha pagato con F24 a zero utilizzando crediti a compensazione):

1) autocompensando l'importo versato in eccesso utilizzando il credito per un qualsiasi pagamento F24 (IVA, imposte, oneri previdenziali, ecc.);

oppure

2) chiedendo il rimborso ma solo per i pagamenti effettuati entro 24 mesi dalla data di domanda di rimborso;

oppure, solo nel caso in cui il pagamento sia avvenuto con F24 a zero,

3) richiedendo il nulla osta della Camera all'Agenzia delle Entrate perché annulli il pagamento F24 in eccesso.

In fondo a questa pagina è scaricabile il modulo per richiedere il rimborso del diritto annuale non dovuto o versato erroneamente.


download documentiDOCUMENTI SCARICABILI
Ultimo aggiornamento: 04/01/2017

Sede: Via Montale 27 - 36100 Vicenza - centralino 0444 994.811 - fax 0444 994.834
P. IVA 00521440248 - Cod. Fisc. 80000330243 - Codice univoco ufficio da inserire nelle fatture elettroniche indirizzate alla Camera di Commercio di Vicenza: V5TAU9
Per orari apertura, contatti telefonici, inviare e-mail agli Uffici vai alla pagina: Sedi, orari, telefoni
Per inviare alla Camera una e-mail con "valore legale di una lettera raccomandata con ricevuta di ritorno" scrivi alla casella PEC Posta Elettronica Certificata: cameradicommercio@vi.legalmail.camcom.it
torna all inzio della paginaTorna su
Valid XHTML 1.0 TransitionalValid CSS!