Vai ai contenuti


link al sito della Borsa Immobiliare di Vicenza
Bonus occupazionale per le imprese: agevolazioni per assunzioni nel 2017
Agevolazioni assunzioni 2017: per i datori di lavoro che assumono sia a tempo determinato che indeterminato nel corso del 2017 sono previsti sgravi fiscali, grazie alla Legge di Stabilità 2017.

Bonus Garanzia Giovani 2017
si tratta dell’agevolazione per le assunzioni per assunzioni di giovani NEET effettuate dal 1 gennaio al 31 dicembre 2017 iscritti al programma Garanzia Giovani, vale a dire il piano europeo contro la disoccupazione giovanile.
In tal caso, i datori di lavoro che nel corso del 2017 assumeranno giovani disoccupati e iscritti al programma con contratti a tempo indeterminato avranno diritto allo sgravio contributivo fino ad un massimo di 8.060 euro per lavoratore. Il bonus si ridurrà della metà nel caso, invece, di assunzione a tempo parziale.

BENEFICIARI: tutti i datori di lavoro privati
Le aziende che assumono giovani tra i 16 e i 29 anni ammessi al Programma Garanzia Giovani (che, se minorenni, devono aver assolto al diritto-dovere all’istruzione e formazione) beneficiano di uno sgravio contributivo pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro (esclusi i premi e i contributi dovuti all’Inail), fino ad un massimo di 8.060 euro annui.
INCENTIVO: in caso di contratto a tempo determinato, anche se a scopo di somministrazione, l’agevolazione è pari al 50% della contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro (sempre i premi e i contributi dovuti all’Inail), fino ad un massimo di 4.060 euro annui.
PERIODO INCENTIVATO: l’incentivo viene erogato per le assunzioni dal 1°gennaio 2017 al 31 dicembre 2017
CONTRATTI INCENTIVATI: contratto a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione, contratto di apprendistato professionalizzante, contratto a tempo determinato – anche a scopo di somministrazione – la cui durata iniziale sia pari o superiore a sei mesi.
TERRITORIO INCENTIVATO: gli incentivi sono riconosciuti a tutti i datori di lavoro del territorio nazionale, con l'eccezione della Provincia autonoma di Bolzano.
DOMANDA: L'agevolazione non è automatica, ma occorre inviare una Richiesta telematica preventiva all'INPS

Bonus Donne
Le imprese che nel 2017 assumeranno a tempo indeterminato lavoratrici donne disoccupate da 24 mesi potranno usufruire dello sgravio contributivo del 50% per un periodo di 18 mesi. La durata diventa di 12 mesi se viene fatto un contratto a tempo determinato.
Ciò nonostante le aziende che assumono donne in settori in cui la disparità occupazionale di genere supera il 25% oppure in aree svantaggiate potranno fruire del bonus anche se la lavoratrice è rimasta senza lavoro soltanto per 6 mesi.

Bonus lavoratori over 50

Le imprese che assumono lavoratori che hanno 50 o più anni e sono disoccupati da oltre 12 mesi potranno beneficiare dello sgravio contributivo del 50% per un periodo di 18 mesi. L’agevolazione, anche in questo caso, dura di meno, ossia 12 mesi, nel caso in cui venga offerta un’assunzione a tempo determinato.
Il bonus verrà autorizzato anche in caso di trasformazione di un contratto da tempo determinato a tempo indeterminato.

Bonus Cassa Integrazione
Anche per l’assunzione di lavoratori in cassa integrazione straordinaria (CIGS) si prospetta un incentivo, appunto il bonus cassa integrazione straordinaria. Quest’ultimo viene concesso alle imprese che assumono lavoratori in regime CIGS da almeno 3 mesi e ai dipendenti di aziende beneficiarie della CIGS da almeno 6 mesi.
La riduzione contributiva di cui potrà godere il datore di lavoro sarà del 10% per 12 mesi, inoltre, lo stesso potrà usufruire di un beneficio economico pari al 50% dell’indennità di mobilità che spetta al lavoratore per 9 mesi (se si tratta di dipendenti con meno di 50 anni), 21 mesi (per i lavoratori over 50) o 33 mesi (lavoratori ultracinquantenni residenti in aree ad alto tasso di disoccupazione).

Bonus Categorie svantaggiate

il bonus assunzioni persone svantaggiate si rivolge soltanto alle Cooperative sociali i cui lavoratori appartengono, almeno per il 30%, a una delle categorie illustrate:
- invalidi fisici e psichici;
- ex degenti di ospedali psichiatrici e cittadini in trattamento psichiatrico;
- tossicodipendenti e alcolisti;
- minori in situazione di difficoltà familiare;
- cittadini detenuti.
Le aliquote di contribuzione per l’assicurazione obbligatoria previdenziale e assistenziale per le Cooperative sociali menzionate, sono ridotte a zero.

Bonus Disabili
si tratta di un’agevolazione che garantisce alle imprese private che assumono lavoratori con accertata riduzione della capacità lavorativa:
- un bonus della durata di 36 mesi del 35% della retribuzione mensile lorda per l’assunzione di disabili con riduzione della capacità lavorativa tra il 67% e il 79% o con minoranze ascritte dalla 4° alla 6° categoria del Testo unico in materia di pensioni di guerra;
- un bonus della durata di 36 mesi e del 70% della retribuzione mensile lorda per l’assunzione a tempo indeterminato di disabili con riduzione di capacità lavorativa superiore al 79% o con minoranze ascritte dalla 1° alla 3° categoria del Testo unico;
- un bonus della durata di 60 mesi e del 70% della retribuzione mensile lorda per l’assunzione a tempo indeterminato (o comunque non inferiore a 12 mesi) di lavoratori con disabilità intellettiva con riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%.

Come ottenere il bonus

Per poter usufruire del bonus nella sua interezza, le imprese dovranno prospettare contratti a tempo indeterminato. Soltanto mediante conguaglio nelle denunce contributive mensili delle imprese all’INPS viene concesso lo sgravio contributivo, il quale può arrivare fino ad un massimo di 8.060 euro per lavoratore.
Lo sgravio subisce una riduzione proporzionale al tempo pieno, qualora vi sia un’assunzione a tempo determinato.
Le domande agli incentivi per l’assunzione possono essere presentate solo per via telematica accedendo al Cassetto previdenziale delle aziende o, alternativamente, alla piattaforma “DiResCo” > INPS pagina Incentivi all'assunzione

Ultimo aggiornamento: 13/03/2017

Sede: Via Montale 27 - 36100 Vicenza - centralino 0444 994.811 - fax 0444 994.834
P. IVA 00521440248 - Cod. Fisc. 80000330243 - Codice univoco ufficio da inserire nelle fatture elettroniche indirizzate alla Camera di Commercio di Vicenza: V5TAU9
Per orari apertura, contatti telefonici, inviare e-mail agli Uffici vai alla pagina: Sedi, orari, telefoni
Per inviare alla Camera una e-mail con "valore legale di una lettera raccomandata con ricevuta di ritorno" scrivi alla casella PEC Posta Elettronica Certificata: cameradicommercio@vi.legalmail.camcom.it
torna all inzio della paginaTorna su
Valid XHTML 1.0 TransitionalValid CSS!